Visita ad Arvaia

Luogo evento: 
Bologna
Data evento: 
2 Dicembre

Visita ad Arvaia CSA di Bologna, domenica 3 dicembre 2017 con partenza alle ore 8 con pullman noleggiato dal parcheggio del centro commerciale “Nave de Vero” in via Pietro Arduino 20 a Marghera (VE).

ARVAIA, in bolognese pisello, è la denominazione prescelta per quella che attualmente è la più grande ed efficiente esperienza di CSA Comunità che Supporta l'Agricoltura nel nostro Paese. Questa importante realtà è già stata visitata, il 10 dicembre 2016, da un gruppo di lavoro trasversale composto da GASisti, membri di associazioni, cittadini, BIOContadini per avviare una CSA anche nel Veneto. Ad un anno di distanza, una prima sperimentazione è già iniziata nel territorio di Preganziol, mentre altri gruppi si stanno organizzando anche in altre Province.
La visita prevede il seguente programma:
 - approfondimenti con presenza in campo (Arvaia dispone attualmente di 47 ettari nella periferia periurbana di Bologna, ottenuti a pagamento a seguito della partecipazione ad un bando emesso dall'Amministrazione comunale);
 - formazione/informazione sulle modalità organizzative della CSA;
 - pranzo in loco, a buffet, con i prodotti della Cooperativa Arvaia;
 - confronto brain storming tra i partecipanti;
 - presentazione del progetto "Camilla - Emporio di Comunità".

Allo scopo è stato noleggiato un pullman con autista che ci trasporterà nei diversi luoghi di incontro.
La quota individuale di partecipazione all'evento è di 30 Euro e comprende: a) costo del bus; b) pranzo; c) piccolo contributo per la giornata di formazione/informazione. Si chiede cortesemente di accordarsi per il versamento anticipato, con la nostra amica Sara al numero 347 4506305. Si può inoltre comunicare la propria partecipazione mediante l'indirizzo di posta elettronica csa.veneto@gmail.com.
I soci della Cooperativa Arvaia non sono clienti di un servizio di fornitura di ortaggi, ma partecipano direttamente alla gestione economica della cooperativa, finanziando con una quota annuale (che si determina alla fine dell’anno solare in base al bilancio preventivo) la produzione di ortaggi e seminativi, ricevendo settimanalmente una parte del raccolto, ovvero ortaggi freschi, stagionali, rigorosamente biologici, che vengono suddivisi in parti uguali tra i soci che partecipano al progetto.
All’inizio di ogni anno, dopo aver consultato i soci sulla loro volontà di partecipare alla divisione degli ortaggi, viene calcolato il budget delle spese necessarie alla produzione che viene diviso fra i soci partecipanti. Si ottiene così la quota media consigliata: se tutti versassero la quota media consigliata, il budget sarebbe coperto. Ma durante l’incontro-asta, i soci hanno la possibilità (in forma anonima) di offrire di più, se possono, o di meno, se non riescono a sostenere la spesa della quota media. Le offerte si compensano fino alla copertura delle spese: a fronte della quota offerta ciascun socio riceve la stessa parte di verdure, secondo un meccanismo di solidarietà interna che vuol rendere accessibile a tutti le buone verdure biologiche di Arvaia.

Tags: 
Progetto: 
Provincia: 
Bologna
Regione: 
Emilia-Romagna

Iscriviti alle mailing list.