Iscritto da

6 anni 9 mesi
redazione , 13/08/2021
Luogo evento:
online
Data evento:
24-09-2021
25-09-2021
30-09-2021

È trascorso oltre un anno dall’inizio della pandemia. È forte il desiderio di “tornare alla normalità” in molte persone, ma più ancora nel sistema produttivo, che vede nella ripresa della crescita, da sostenere con robuste iniezioni di fondi pubblici, l’unica via per lasciarsi alle spalle gli effetti della pandemia.
In questo contesto non vengono ascoltate le voci fuori dal coro che indicano proprio nella “normalità” del sistema socioeconomico la causa profonda della grave crisi che stiamo attraversando. Quella stessa “normalità” ha distrutto l’equilibrio climatico e ambientale e ha aumentato, proprio durante la crisi, le disuguaglianze tra i pochi ricchi sempre più ricchi e i sempre più numerosi poveri. La posta in gioco, come ci ricordano i Fridays For Future, è proprio il futuro - già quello prossimo - della vita sulla Terra. Per costruirlo su basi solide, serve che ciascuno faccia la sua parte.
Bilanci di Giustizia, nella sua storia trentennale, ha portato centinaia di famiglie a cambiare stile di vita per un mondo più giusto. Dopo aver ragionato, nell’Incontro Annuale 2020, su come erodere progressivamente il sistema capitalista - quello “normale” - i bilancisti sentono ancora più forte la necessità di un cambio di paradigma. È tempo di domandarsi quali siano i modelli antropologici e culturali che sottendono al sistema economico capitalista come prodotto dell’occidente.
Per tentare una risposta hanno cercato aiuto nelle analisi della teologa ed economista femminista svizzera Ina Praetorius e, in particolare, in un suo testo dal titolo provocatorio “L’economia È CURA”. Vi si sostiene che il capitalismo sia figlio di una mentalità patriarcale che risale alla notte dei tempi, fin dalla cultura greca. L’economia moderna ha totalmente escluso dal suo campo di indagine la Natura e tutte le attività di cura della vita, considerate naturali e senza valore in sé.
Ad accompagnarci nella riflessione ci saranno Adriana Maestro, curatrice dell’edizione italiana, e Angelica Andreetto, di Fridays for Future (FFF) Brescia, con le quali è stata condivisa l’impostazione del programma.
L’Incontro Annuale 2021 si svolgerà online a partire dal 24 settembre. Si articolerà in vari momenti, che includeranno dialoghi con Adriana Maestro ed Angelica Andreetto, momenti conviviali, lavori di gruppo (anche in presenza, in varie località). In continuità con gli anni scorsi, elemento qualificante sarà l’uso del metodo della Comunità di Ricerca (CdR). A questo proposito, saranno organizzati due momenti di sperimentazione guidata della CdR, il 2 e il 9 settembre. Tutti gli eventi sono aperti a chiunque voglia partecipare.

Gli incontri si terranno online sulla piattaforma BigBlueButton (BBB).

PROGRAMMA
 - Venerdì 24 settembre 2021, 18.00-19.30 - Serata di lancio, stanza BBB e diretta Facebook.
 - Sabato 25 settembre 2021, 15-17.30 - Incontro Comunità di Ricerca con Adriana Maestro, stanza BBB.
 - Giovedì 30 settembre 2021, 20.30-22 - L'urgenza sociale della crisi climatica, in dialogo con Fridays For Future Brescia.

Per informazioni scrivere a segreteriabilanci(chiocciola)gmail.com

Mediateca: