Tessile biologico ecologico a "Per filo e per sogno"

Luogo evento: 
Ponte San Pietro (BG)
Data evento: 
29 Maggio

“PER FILO E PER SOGNO”, FIERA DEL TESSILE SOSTENIBILE
DOMENICA 29 MAGGIO 2016 – CENTRO COMUNALE LA PROPOSTA DI PONTE S. PIETRO

Torna “Per filo e per sogno”, la fiera del tessile biologico ecologico organizzata quest'anno dai GAS - Gruppi di Acquisto Solidale - di Paladina, Curno, Ponte S. Pietro, Mozzo e Bergamo (AltrogasFontana) in collaborazione con Mercato&Cittadinanza e il patrocinio del comune di Ponte San Pietro (BG).
L’appuntamento è domenica 29 maggio al Centro Comunale La Proposta, dalle 10.00 alle 18.30. L’evento è preceduto da una serata informativa e conviviale sabato 28 maggio dalle ore 19,00:  aperitivo, proiezione del film 'The true cost' in lingua inglese con sottotitoli in italiano e musica dal vivo con il gruppo Lp.
Per il programma ed i partecipanti vedere il volantino allegato.

Siamo ormai alla dodicesima edizione di un’iniziativa radicata nel programma degli eventi di economia solidale proposti da alcuni Gas di Bergamo e provincia in collaborazione con l'associazione Mercato&Cittadinanza.

Gli espositori presenti a “Per filo e per sogno” sono stati selezionati ed invitati alla fiera in base ai criteri di sostenibilità e devono proporre alla vendita capi di abbigliamento e accessori che siano prodotti nel rispetto dell'ambiente e delle persone, sia quelle occupate nella produzione sia quelle che poi vestiranno i prodotti acquistati.

L'industria tessile dei grandi marchi, ma non solo, spesso opera trascurando i diritti dell'ambiente e dei lavoratori; la cosa è nota da anni, ma purtroppo viene portata alla coscienza dei consumatori solo in occasioni delle gravi tragedie (www.abitipuliti.org).

Sabato 28 maggio alle ore 20,30 si propone la visione di 'The true cost', docufilm girato in diversi Paesi del mondo, dalle passerelle più scintillanti ai sobborghi più bui e disagiati, con  interviste che ci proporranno il parere di Vandana Shiva, Stella MacCartney e Livia Firth sull'argomento.  Conosciamo fino in fondo il vero costo degli abiti che indossiamo? Chi paga realmente il costo dei nostri vestiti? 
Il film svela le storie delle persone che producono i nostri abiti e l'impatto dell'industria della moda sul Pianeta (qui una bella recensione del film: http://www.vendettauncinetta.com/moda-sostenibile-e-the-true-cost).

Domenica 29 alle ore 14,30 seguirà presentazione della campagna DETOX di Greenpeace, che verifica l'utilizzo di sostanze tossiche per le persone e per l'ambiente nella produzione di abbigliamento.

Il semplice gesto di vestirsi implica l'utilizzo di grandi quantità di mano d'opera, risorse ed energia: basti pensare che per realizzare una sola T-shirt, dal campo di cotone fino all'esposizione nel negozio dove verrà acquistata, servono circa 5000 litri di acqua.
Il 50% dell'impronta ecologica di ogni capo d'abbigliamento (utilizzo di acqua, energia elettrica ecc.) è comunque determinata dall'utilizzo dell'acquirente finale, cioè quante volte laverà la sua maglietta, quanto detersivo utilizzerà, quanta energia userà per l'asciugatura e la stiratura.

Oltre alla vendita di abbigliamento eco-sostenibile, come ormai da tradizione, saranno organizzati laboratori e attività creative per adulti e bambini.

Viene proposto un pranzo con l'impiego di ingredienti biologici e a filiera corta e caffè del commercio equo e solidale, a cura del ristorante 'Mattarello' gestore del centro La Proposta, merenda con le torte preparate dai gasisti.

Per info:
Chiara tel. 349 2726037
Cinzia tel. 347 9753108
www.cittadinanzasostenibile.it


Alcuni siti d'interesse:

Dove: