Iscritto da

2 anni 4 mesi
ries , 11/12/2021
Just Green

A Bergamo un incontro europeo di autorità locali e organizzazioni di economia sociale su politiche di economia circolare, decarbonizzazione e filiera agro-alimentare.

Per quattro giorni dal 17 al 20 novembre 2021 a Mozzo (BG) si sono riuniti i partner del progetto “Just Green” e le organizzazioni di economia sociale che ciascun partner ha individuato sul proprio territorio come “terze parti” e che, insieme alle istituzioni locali, sono portatrici di buone pratiche nell’ambito dei tre temi di lavoro. Si tratta del terzo e ultimo workshop nell’ambito di un progetto europeo che – durante tutto il 2021 – ha visto alcuni comuni europei di 4 Paesi (Portogallo, Polonia, Ungheria, Italia) e organizzazioni dell'economia sociale – tra le quali la rete europea ENSIE - confrontarsi sulle pratiche e le politiche necessarie al processo di transizione ecologica a partire proprio dall'economia sociale e da tre temi portanti: economia circolare, decarbonizzazione e filiere corte alimentari.
Il progetto è finanziato dall'Unione Europea attraverso il programma COSME, è coordinato dal Comune portoghese di Vila Nova de Famalicão e vede coinvolto, come partner italiani l’impresa sociale Solidarius Italia e il Comune di Mozzo. Nello specifico gli obiettivi del progetto sono: valorizzare e rafforzare i ponti tra l'economia sociale e l'economia circolare, promuovere la decarbonizzazione delle attività dell'economia sociale, sviluppare strategie per promuovere le filiere corte e l'agroecologia all'interno dell'economia sociale. Trasversale a questi tre assi principali è l'obiettivo di non lasciare indietro nessuno e dunque operare per promuovere opportunità di lavoro come fattore di integrazione e dignità; rilevare e dare risposte ai bisogni insoddisfatti e alla qualità dei servizi dedicati alle popolazioni lasciate indietro (persone con disabilità, anziani, persone in povertà); la promozione dell'imprenditoria sociale e dell'innovazione, basata sulla transizione verde e sulle opportunità che questa sta creando.
Durante la quattro giorni protagonista anche il Distretto di Economia Sociale e Solidale bergamasco che ha promosso in particolare un incontro tra i partner di progetto e gli amministratori locali della provincia di Bergamo. Il DESS rappresenta un’esperienza rivolta a creare un sempre più profondo rapporto proprio tra l’economia sociale del territorio e le istituzioni locali, affinché la trasformazione invocata attraverso la diffusione di energie pulite, la lotta agli sprechi verso un’economia sempre più circolare, la realizzazione di filiere corte del cibo e lo sviluppo dell’agro-ecologia entri a pieno titolo nelle politiche istituzionali, a partire da quelle delle istituzioni locali più vicine alle comunità territoriali.

Categoria: