Salta al contenuto principale

Alla fiera del DES 2024

Iscritto da

9 years 4 months
redazione ,

Il 16 giugno 2024, alla Fiera del DES potrai incontrare molte tra le realtà dell’economia solidale del territorio varesino, che ogni giorno ispirano la loro attività imprenditoriale ai valori della sostenibilità ambientale e dell’etica, dimostrando che un’economia diversa è possibile.

La strategia del bambù

Iscritto da

9 years 4 months
redazione ,

La foresta di bambù e la sua strategia per superare le condizioni avverse può ispirare le reti di economia solidale su come affrontare il passaggio d’epoca e le crisi che la nostra società sta attraversando.

La capacità di incidere

Iscritto da

9 years 4 months
redazione ,

L’incontro online del 17 aprile 2024 del percorso “Effetto Gas” riflette sulla capacità di incidere dell’economia solidale e avvia la preparazione dell’incontro conclusivo che si terrà a Solidalia. È disponibile la registrazione video.

Effetto ENERGIA! Le Comunità Energetiche Rinnovabili e le altre esperienze di transizione energetica eser

Secondo imperdibile incontro con tutte le Comunità interessate su metodologie, opportunità e soluzioni su questo tema.

Nelle nostre mani

Iscritto da

9 years 4 months
redazione ,

L’angoscia che pervade questo tempo di rabbia, dolori e solitudini ci disorienta, come piccole navi di sughero dentro una bottiglia frantumata. Possiamo ritrovare la forza per navigare verso altri mondi soltanto se non smettiamo di pensare e di incontrarci.

Oltre gli acquisti

Iscritto da

9 years 4 months
redazione ,

Le tre esperienze presentate nell'incontro "Effetto Gas" del 21 febbraio 2024 mostrano come i Gas possano andare oltre il solo acquisto e i produttori oltre la sola vendita per fare fronte comune nella crisi.

La crisi del modello neoliberista, tra disastri ambientali e criticità economico-sociali: il caso dell’Emilia-Romagna eser

La Rete Emergenza Climatica e Ambientale Emilia Romagna ha deciso di promuovere questo convegno, un importante momento di riflessione collettiva, perché appare fondamentale produrre e consolidare un pensiero lungo e strutturato sulle dinamiche economiche, sociali e ambientali che riguardano, in primo luogo, la nostra regione. Secondo la Rete non è più credibile continuare, come fa il presidente della Regione, a magnificare la bontà del “modello emiliano-romagnolo”, da prendere a riferimento anche per gli altri territori. Né è sufficiente – se mai lo è stato – evidenziare come questo modello produca impatti pesanti dal punto di vista ecologico e ambientale e sulla stessa salute della persone. La stessa connessione tra giustizia climatica e giustizia sociale rischia di diventare un approccio semplicistico e, alla fine, privo di una capacità effettiva di leggere (e contrastare) i processi in atto anche in Emilia-Romagna.